Home Page
Venerdì 21 Novembre 2014
ADV News 24h  XML  ADV News Alert
 

 Pertinenza -> fino a: da

  

Suggerimenti per la ricerca  

VIA presenta l’IkamvaYouth ICT Training Center in Sud Africa

[ 29-09-2006 ]
Grazie alla VIA pc-1 Initiative, l’associazione di volontari IkamvaYouth offre l’accesso agli strumenti informatici e ad una formazione professionale ai giovani di una township svantaggiata vicino a Città del Capo, mostrando il loro spirito e la loro dedizione per il miglioramento della propria comunità

versione per la stampa
Fonte originale della notizia »
webisland.net
Webisland.net - l'isola delle nuove tecnologie - è una rivista informatica online che si occupa di nuove tecnologie, notizie dal web, software, hardware, videogiochi e webmastering. Online dal 4 Ottobre 2003.

"Il sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001".

In sintesi, Webisland.net è una rivista amatoriale online scritta da gente che ha la comune passione per l'informatica e le nuove tecnologie. Non ha una periodicità prestabilita, gli aggiornamenti sul sito vengono effettuati durante qualsiasi giorno della settimana in orari casuali e variabili. Il sito in alcuni giorni della settimana potrebbe non essere aggiornato per vari motivi.
.

VIA Technologies Inc. ha svelato i dettagli del progetto che fa parte della VIA pc-1 Initiative e che sta dando un importante contributo al recupero di una delle più povere township del Sud Africa, Khayelitsha, sede del laboratorio informatico IkamvaYouth, dove l’insegnamento dell’uso del computer sta migliorando le prospettive dei giovani del posto e di tutta la comunità. Aperto nel Maggio 2006, l'IkamvaYouth tuXlab sta tenendo corsi di alfabetizzazione informatica denominati Operation Fikelela ("Operation Access") a numerosi ragazzi tra i 10 e i 12 anni, oltre ad offrire accesso ai computer alla comunità locale.

In collaborazione con la Fondazione Shuttleworth e il Dipartimento del Sud Africa per lo Sviluppo Sociale, IkamvaYouth ha istituito il laboratorio informatico "tuXlab" nella biblioteca Nazeema Isaacs della township, dotato di 20 PC client VIA pc-1 con sistema operativo open source Ubuntu Linux. Gestita esclusivamente da volontari, molti dei quali formatisi loro stessi nell’ambito del programma, l’associazione non-profit IkamvaYouth sta offrendo il proprio importante contributo in una regione assediata da problemi socio-economici quali disoccupazione di massa, bassi livelli di qualificazione professionale e criminalità giovanile.

"L’IkamvaYouth tuXlab è un primo ed importante passo verso la crescita delle competenze informatiche per i giovani di Khayelitsha, che si sentono incoraggiati ed entusiasti di aver ottenuto una conoscenza base di informatica" - ha commentato Joy Olivier, direttore e co-fondatore di IkamvaYouth - "Gli studenti appaiono orgogliosi dei loro studi ed entusiasti di imparare e quando il laboratorio avrà anche la connessione a Internet, i nostri ragazzi potranno anche comunicare con loro coetanei e tutor volontari in tutto il mondo".

"IkamvaYouth deve essere un esempio d’impegno volto a guidare un cambiamento sociale in Sud Africa e rappresenta ciò che si può fare con il giusto mix di speranza, entusiasmo e generosità d’animo" - ha affermato Richard Brown, Vice President of Corporate Marketing, VIA Technologies, Inc. - "La VIA pc-1 da la possibilità alle persone di migliorare la propria vita e quella della comunità intorno a loro e il tuXlab è un ottimo esempio dello spirito di collaborazione essenziale per il successo e la sostenibilità dei progetti di sviluppo comunitari nei mercati emergenti".

Khayelitsha, nella periferia di Città del Capo, è una delle township più estese e povere del Sud Africa, con oltre il 50% di disoccupazione e oltre un quarto della popolazione affetta dal virus dell’HIV, dove molti vivono in baracche prive dei servizi essenziali. Da qui bisogna partire per spronare la crescita della comunità attraverso l’educazione, aumentando le prospettive post-scolastiche e infondendo così la speranza nei giovani e cercando di frenare il deterioramento sociale.

L’IkamvaYouth tuXlab è coordinato da Nkosikho Sigaba e Xolani Ntandathu, due volontari, e offre un programma di studi completo focalizzato su software open source, utilizzando il sistema operativo Ubuntu sviluppato dalla Shuttleworth Foundation, OpenOffice ed altre diffuse applicazioni. Gli studenti producono documenti relativi ad ogni lezione sotto forma di relazione o documenti relativi al loro percorso formativo, in linea con l’obiettivo di offrire una formazione pratica in grado di accrescere le loro possibilità post-scolastiche.

VIA pc-1 Community Solutions for Education and Development:

La VIA pc-1 Community Solution in uso presso l’IkamvaYouth tuXlab comprende venti PC client VIA pc-1 con Ubuntu Linux collegati a un server, mettendo in grado gli insegnanti di offrire un’infrastruttura ideale per le attività da svolgere in classe.

Le VIA pc-1 Community Solution sono progettate per offrire gli strumenti essenziali per facilitare l’istruzione, lo sviluppo di nuove categorie professionali e consentire ai singoli di studiare e contribuire alla comunità online globale; questi sistemi possono essere installati praticamente in ogni ambiente e, essendo basati sulle piattaforme VIA pc-1 ad elevata efficienza, possono essere alimentati da fonti di energia alternativa come l’energia solare e le batterie per auto, un aspetto di vitale importanza nei mercati emergenti dove l’infrastruttura per la produzione di energia elettrica può essere instabile o costosa.

Impiegando i client VIA pc-1, gli educatori possono abbassare significativamente il costo per postazione delle apparecchiature informatiche, non solo in termini di hardware ma anche per una rilevante riduzione dei costi di funzionamento grazie a “bollette” elettriche più basse e ad una minore necessità di raffreddamento dei sistemi. La struttura client-server offre anche maggiore sicurezza e controllo sui contenuti, così come una più semplice gestione del software, aggiornabile a livello server in modo semplice e rapido.

"Le VIA pc-1 Community Solution consentono un approccio economico e flessibile che permette a chi ne ha maggiormente bisogno di accedere agli strumenti informatici con una serie di configurazioni compatibili con i diversi contesti dei mercati emergenti" - ha precisato Richard Brown di VIA - "I client VIA pc-1 sono particolarmente adatti nelle strutture scolastiche, poiché offrono una grande gestibilità e sicurezza riducendo al contempo i costi d’acquisto e gestione, un aspetto importante per le scuole ovunque nel mondo ma in particolare nei mercati emergenti".

>> fonte originale: webisland.net - l'isola delle nuove tecnologie - un articolo distribuito sotto Copyright © 2003-2014 Webisland.net

Elenco completo delle Fonti monitorate: ADV Magazine, Advert Planet, AgoraVox, AlimentaPress, Altrenotizie, AmiciAmici Magazine, Anti Digital Divide, Anti-Phishing Italia, Bologna 2000, Comunicati Stampa, Comunitàzione, Consulente Legale Informatico, CriticaMente, Draft, EBETE in Fiore, e-financePress, FAO Sala Stampa, Garante della Privacy, I Fatti, Interactive Adv Bureau, Key4biz, La Grande Agenzia, Lavoce.info, MG News, MTN Blog, Mauro Lupi's Blog, Mediazone, MetaNews, Minimarketing.it, Modena 2000, MondoBlog.it, Morse.it, Mymarketing.it, Negativo!, NewsSms, Ninja Marketing, PC Facile, PIVARI.COM, Reggio 2000, Rovigo blog, Sassuolo 2000, Sicurezza in Rete, Storage-backup.com, StudioCelentano.it, Telospiego.it, The Intruder News, TiempoLibre, Unimagazine.it, ValleOlona.com, Webisland.net, Wireless-Italia

Copyright © 2004 - 2014 AMNetware s.n.c. - tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 245 del 21 Luglio 2009 presso il Tribunale di Roma, Publigiovane Editore
Copyright Policy | Privacy Policy | Condizioni di utilizzo

Network: PR & Marketing Network
Partners: alverde.net, aspcode.it, comunitazione.it, ehiweb.it, pivari.com, studiocelentano.it

Un ringraziamento a businessportal24