Home Page
Domenica 23 Novembre 2014
ADV News 24h  XML  ADV News Alert
 

 Pertinenza -> fino a: da

  

Suggerimenti per la ricerca  

Ue: Banda Larga, Italia Insufficiente

[ 26-05-2006 ]
La penetrazione della banda larga in Italia Ŕ sotto la media europea, Ŕ dell'11,8%, contro il 12,8% della cosiddetta Europa dei 25

versione per la stampa
Fonte originale della notizia »
antidigitaldivide.org
Anti Digital Divide si propone come punto di incontro per tutti quelli che abitano e lavorano in zone non coperte dalla banda larga e per quelli che trovano che le tariffe richieste dai provider sono disproporzionate rispetto agli altri paesi europei e alla qualitÓ (sic) dei servizi offerti.

La connessione a banda larga non Ŕ un lusso ma un diritto e una necessitÓ per i privati e per le aziende. Non Ŕ possibile essere competitivi quando si devono pagare bollette salatissime per connessioni lentissime. Quello che da noi costa 30 euro al mese in altri paesi ne costa 10. Per la mancata copertura, la connessione satellitare Ŕ un palliativo costosissimo e non risolutivo.

Oggi in Italia 10 milioni di persone non hanno accesso alla banda larga.
Dove l'accesso esiste, l'abbonato paga 3 volte di pi¨ rispetto agli abitanti della maggior parte degli stati europei.

Le specifiche finalitÓ dell'associazione di volontariato "Anti Digital Divide" sono:

  • La riduzione del Digital Divide esistente tra le varie aree italiane, e tra lĺItalia e lĺEuropa, attraverso azioni volte ad ottenere una migliore copertura territoriale della banda larga, tariffe e servizi in linea con gli standard europei, programmi di formazione destinati agli ôemarginatiö informatici;
  • La fornitura di servizi di assistenza e supporto agli associati nei contenziosi con i fornitori di servizi informatici e di telefonia, fissa e mobile;
  • Tutte quelle azioni, compatibili con lo Statuto, aventi come scopo la diffusione di servizi informatici e telematici portatori di un reale valore aggiunto per gli utenti.

    L'organizzazione di volontariato "Anti Digital Divide" opera sullĺintero territorio nazionale italiano.

    Essa intende operare anche in ambito europeo ed eventualmente mondiale, relazionandosi con pari associazioni di utenti dei servizi IT e TLC, operatori di servizi e istituzioni.

    Per maggiori informazioni: Anti Ditial Divide: chi siamo
  • .

    Oltre ad essere una delle nazioni europee a pi¨ alto digital divide anche la diffusione dell'adsl in Italia non brilla, i due parametri sono evidentemente collegati, il divario digitale Ŕ infatti una delle maggiori cause della scarsa diffusione della banda larga. Martin Selmayr, portavoce del commissario europeo per i media e la societÓ dell'informazione Viviane Reding, dichiara: "Sul fronte della penetrazione della banda larga l'Italia ha fatto progressi ma non sono sufficienti". "I risultati dell'Italia non sono molto buoni"... "Sappiamo che ci sono state altre prioritÓ ma chiediamo che si investa di pi¨ in Itc"... "Noi confidiamo che con il nuovo governo questa situazione migliori".
    Dichiarazione condivisibile, quello che per˛ stupisce Ŕ come qualche mese fa l'UE abbia potuto vedere nell'Italia un modello per le TLC. Forse intendeva un modello da evitare.

    Anche dal lato ICT l'Europa deve fare di pi¨, Ŕ quanto chiede Commissione Europea alla luce dei risultati ottenuti dal i2010, il programma di sviluppo tecnologico che l'Unione ha stilato per stimolare la crescita economica nel vecchio continente. "Per ottenere il massimo beneficio dalla Information & Communication Technologies (ICT), gli stati membri dell'Unione Europea hanno bisogno di piani pi¨ ambiziosi".
    Qui trovato il documento della Commissione Europea interessante il grafico a pagina 6, colloca l'Italia sotto la media europea sia per quanto riguarda la diffusione della banda larga sia per la velocitÓ della linea ADSL. Occorre anche considerare che la velocitÓ media dei collegamenti italiani sembra un po' sopravvalutata (appena sotto i 4 mega), infatti in Italia circa i 2/3 delle linee sono collegamenti che hanno come velocitÓ di picco 640 Kbps e le linee dichiarate a 4 megabit hanno prestazioni medie intorno al megabit.

    Alcuni articoli correlati:

    http://www.jugo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3607
    http://www.alground.com/news/news.php?page=749
    http://www.cwi.it/showPage.php?template=articoli&id=15116
    http://www.i-dome.com/statistiche-in-pillole/pagina.phtml?_id_articolo=10314
    http://www.portel.it/news/news2.asp?news_id=13459
    http://www.webmasterpoint.org/speciale/2006mag23-monito-commissione-europea-pochi-investimenti-it-bocciata-italia.asp
    http://www.01net.it/01NET/HP/0,1254,0_ART_70479,00.html

    >> fonte originale: antidigitaldivide.org
    un articolo distribuito con licenza Creative Commons Attributione - Non commerciale - Non opere derivate e riproducibile solo integralmente.

    Elenco completo delle Fonti monitorate: ADV Magazine, Advert Planet, AgoraVox, AlimentaPress, Altrenotizie, AmiciAmici Magazine, Anti Digital Divide, Anti-Phishing Italia, Bologna 2000, Comunicati Stampa, ComunitÓzione, Consulente Legale Informatico, CriticaMente, Draft, EBETE in Fiore, e-financePress, FAO Sala Stampa, Garante della Privacy, I Fatti, Interactive Adv Bureau, Key4biz, La Grande Agenzia, Lavoce.info, MG News, MTN Blog, Mauro Lupi's Blog, Mediazone, MetaNews, Minimarketing.it, Modena 2000, MondoBlog.it, Morse.it, Mymarketing.it, Negativo!, NewsSms, Ninja Marketing, PC Facile, PIVARI.COM, Reggio 2000, Rovigo blog, Sassuolo 2000, Sicurezza in Rete, Storage-backup.com, StudioCelentano.it, Telospiego.it, The Intruder News, TiempoLibre, Unimagazine.it, ValleOlona.com, Webisland.net, Wireless-Italia

    Copyright © 2004 - 2014 AMNetware s.n.c. - tutti i diritti riservati.
    Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 245 del 21 Luglio 2009 presso il Tribunale di Roma, Publigiovane Editore
    Copyright Policy | Privacy Policy | Condizioni di utilizzo

    Network: PR & Marketing Network
    Partners: alverde.net, aspcode.it, comunitazione.it, ehiweb.it, pivari.com, studiocelentano.it

    Un ringraziamento a businessportal24