Home Page
Domenica 21 Dicembre 2014
ADV News 24h  XML  ADV News Alert
 

 Pertinenza -> fino a: da

  

Suggerimenti per la ricerca  

Unict: comunicare l'Europa

[ 22-05-2006 ]
Si è svolto sabato, nell’aula magna della Facoltà di Giurisprudenza di Catania, l’incontro sul tema “Democrazia e comunicazione: in margine al Libro bianco della Commissione europea”

versione per la stampa
Fonte originale della notizia »
unimagazine.it
Unimagazine.it nasce nel marzo 2004 come naturale evoluzione del sito Villaceramica.net, fondato da Roberto Chibbaro nel settembre 2000.

On line da 5 anni, attraverso le diverse vesti grafiche che si sono susseguite, è diventato testata giornalistica registrata al tribunale di Catania (reg. 26 del 5.10.2004), ed è attualmente il sito indipendente più visitato dagli studenti universitari catanesi diventando punto di ricerca per informazioni accurate, reportage, inchieste.

Oltre alle news quotidiane sono presenti:
  • una sezione appunti: forte di centinaia di documenti, aggiornata grazie al costante aiuto degli studenti che credono nella condivisione del proprio lavoro.

  • un forum: luogo dove incontrare colleghi della propria facoltà per scambiare idee, opinioni, cercare aiuto nei propri studi, un partner con cui studiare o semplicemente aggregarsi ad altri.
Tutti i servizi sono gratuiti e cosi rimarranno: "l’informazione è un bene comune che deve raggiungere tutti".

Unimagazine.it è un giornale che si crea sul campo, realizzato da studenti, professionisti, collaboratori, docenti.

<< Cerchiamo sempre qualcuno che abbia qualcosa di nuovo da dire, e crediamo sia giusto dargli un’occasione per dirla. Se ami scrivere, fotografare, creare video, o soltanto pensi di avere un idea per collaborare scrivici. >>
.

Il seminario, organizzato dalla cattedra di Diritto dell'Unione Europea e dalla prof.ssa Nicoletta Parisi, ha voluto approfondire le questioni relative al ruolo della comunicazione sull’Europa come fattore di democrazia partecipativa, nonchè ai principi di inclusione, diversità e partecipazione come attuazione concreta del diritto alla libera espressione e comunicazione, dichiarato nella Carta di Nizza sui diritti fondamentali e nella stessa Costituzione europea.

"Ciascuna persona ha diritto alla libertà di espressione" - ha detto Nicoletta Parisi, docente di diritto dell’Unione europea presso la Facoltà di Giurisprudenza di Catania - "sia nel suo significato attivo di poter esprimere le proprie opinioni, sia in quello passivo di ricevere informazioni. E’, infatti, con la ricezione di queste informazioni che ognuno di noi ha, veramente, la possibilità di crearsi una propria opinione. L’Unione Europea non si limita a dichiarare questo tipo di libertà, interviene concretamente sul terreno e si assume l’obbligo di agire in funzione di questo diritto".

Far comprendere l’Unione Europea non è naturalmente un compito agevole. La costruzione europea si è storicamente confrontata con dilemmi di straordinaria intensità. E’ in questo quadro storico che Roberto Santaniello, direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea è intervenuto spiegandone i difficili e precari equilibri tra unità e diversità, liberalismo ed intervento pubblico sia in diritto che in economia.

"L’ informazione prima e la comunicazione dopo" - ha spiegato Santaniello - "sono certamente i punti chiave della democrazia. La democrazia è sempre necessaria. Non dobbiamo mai considerarla come un dato acquisito ma un acquisizione in movimento, in divenire, che deve naturalmente rispondere alle esigenze vecchie e nuove delle società. Un approccio pluridisciplinare diventa, pertanto, fondamentale per comprendere meglio la questione".

"Oggi si possono recitare 3 slogan" - ha continuato Santaniello - "per tracciare il percorso dell’Unione europea: dal consenso distratto, cioè quel consenso che ha caratterizzato l’Europa che io chiamo invisibile negli anni ’80 al consenso informato, cioè la partecipazione che l’opinione pubblica ha cominciato a vivere a partire dalla metà degli anni ’80 per arrivare a quel consenso partecipato che è l’obiettivo fondamentale che si pongono le istituzioni comunitarie. La conoscenza di questi processi può consentire a tutti i cittadini dell’Unione Europea di dire la loro partecipando attivamente alle scelte. Sono fermamente convinto che l’Europa non può essere fatta senza il consenso dei cittadini".

Commenta questo articolo nel forum di Unimagazine.it

>> fonte originale: unimagazine.it
un articolo di Daria Raiti sotto © Copyright 2004-2014 Unimagazine.it.
Per maggiori informazioni: Unimagazine.it -> Gerenza

Elenco completo delle Fonti monitorate: ADV Magazine, Advert Planet, AgoraVox, AlimentaPress, Altrenotizie, AmiciAmici Magazine, Anti Digital Divide, Anti-Phishing Italia, Bologna 2000, Comunicati Stampa, Comunitàzione, Consulente Legale Informatico, CriticaMente, Draft, EBETE in Fiore, e-financePress, FAO Sala Stampa, Garante della Privacy, I Fatti, Interactive Adv Bureau, Key4biz, La Grande Agenzia, Lavoce.info, MG News, MTN Blog, Mauro Lupi's Blog, Mediazone, MetaNews, Minimarketing.it, Modena 2000, MondoBlog.it, Morse.it, Mymarketing.it, Negativo!, NewsSms, Ninja Marketing, PC Facile, PIVARI.COM, Reggio 2000, Rovigo blog, Sassuolo 2000, Sicurezza in Rete, Storage-backup.com, StudioCelentano.it, Telospiego.it, The Intruder News, TiempoLibre, Unimagazine.it, ValleOlona.com, Webisland.net, Wireless-Italia

Copyright © 2004 - 2014 AMNetware s.n.c. - tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 245 del 21 Luglio 2009 presso il Tribunale di Roma, Publigiovane Editore
Copyright Policy | Privacy Policy | Condizioni di utilizzo

Network: PR & Marketing Network
Partners: alverde.net, aspcode.it, comunitazione.it, ehiweb.it, pivari.com, studiocelentano.it

Un ringraziamento a businessportal24